È il segreto che fa dei barbecue l’oggetto dei desideri di molti: il sapore dei cibi. Quell’aroma inconfondibile che unisce la naturale sapidità a una leggera affumicatura che solo un buon grill sa dare nella cottura degli alimenti più disparati, dalle carni alle verdure. È difficile da descrivere il gusto dei cibi cotti al barbecue, quel non so che di ‘campestre’ che affiora dal piatto. Fino a che punto lo si ottiene con un barbecue a gas? Di solito, infatti, la cottura al barbecue è associata all’uso di legno o carbonella, ma cosa cambia se si utilizza un modello a gas? Anche i migliori barbecue a gas, di cui è disponibile un’ampia gamma di offerta sul sito tematico www.miglioribarbecue.it, possono soddisfare le aspettative degli amanti delle grigliate, purché utilizzati bene prendendo le dovute precauzioni. In realtà, su questo aspetto non c’è molto da dire se non che il barbecue a gas è un comodo dispositivo di cottura facilmente impiegabile sia fuori che dentro casa per le sue caratteristiche di massima igiene.

Non c’è molta differenza nei risultati ottenibili con i barbecue a gas rispetto a quelli del grill a carbone, se non nella fonte di alimentazione. Avendo a che fare con il gas serve qualche piccolo accorgimento in più per quanto, al giorno d’oggi, questi modelli siano dotati di sistemi di protezione molto avanzati per evitare che il gas possa provocare danni o incendi. Per un uso sicuro del grill a gas si consiglia, comunque, di collocare gli apparecchi all’interno di un ipotetico cerchio di sicurezza ad almeno un metro e mezzo di distanza dagli altri arredi della cucina e di tenere il dispositivo fuori dalla portata di bambini e animali domestici, se presenti in casa.

Se il barbecue è acceso, si suggerisce di non lasciarlo incustodito, ma di tenerlo costantemente sotto controllo, affidando ad altri la sua custodia se ci si debba assentare all’improvviso, in alternativa spegnerlo se non è possibile controllarlo. Una volta finito di cuocere, ricordarsi poi di chiudere la bombola del gas, come si fa comunemente per i fornelli della cucina. Il consiglio è di munirsi di un estintore, da azionare in caso di emergenza, non si sa mai.